Le 3 maggiori scuse per non iniziare un hobby smontate pezzo per pezzo

di Ben Messina

perché iniziare un hobby

Dedicarsi ad attività diverse dal lavoro o dagli impegni quotidiani è fondamentale per allontanare ansia e stress. Oltre allo sport, praticare un hobby è fortemente raccomandato perché è un’attività capace di allenare la fantasia dando sfogo alla nostra parte ludica.

La naturale attrazione al gioco che avevamo da bambini, infatti, è ancora dentro di noi opportunamente rivista e corretta. Anche se non ce ne rendiamo conto, chiede di essere ascoltata e, se vogliamo vivere sereni ed appagati, è necessario prendersene cura.

Le 3 scuse principali per non iniziare un hobby

Senti di essere attratto dalla pittura ma non hai mai osato comprare l’occorrente e dipingere? Magari no, ma sono certo che hai sostituito la pittura con l’hobby che ti piace. Allora, cosa ti impedisce di provare?

Ecco le 3 principali scuse (più una bonus) che impediscono di iniziare un hobby.

1) Non trovo il tempo

La mancanza di tempo è la ragione principale per cui si rinuncia a praticare un hobby. È innegabile che la vita frenetica di tutti i giorni renda difficile ritagliarsi uno spazio tutto per noi, ma ci impegniamo davvero a trovarlo?

Conosciamo entrambi la risposta, e la causa più probabile è che l’importanza di avere un hobby è sottostimata.

Io per primo, credevo bastasse un po’ di attività fisica a farmi stare meglio e ritenevo gli hobby un optional. Tuttavia, una volta iniziato a dipingere – ah già, il riferimento di prima non è casuale – e visti i benefici che il mio stato d’animo ne ricavava, ho cominciato a considerare il tempo per gli hobby importante tanto quanto quello per curarmi quando ho la febbre.

Pian piano, quell’ora dedicata alla pittura è diventata il momento della settimana che aspetto con più gioia, cosa che mai avrei creduto prima di iniziare.

Sia chiaro, i miei quadri continuano ad essere pessimi, però mi diverto, mi rilasso e ho sempre la benefica sensazione di prendermi cura di me, una sensazione alla quale non saprei più rinunciare e che vale ogni minuto speso.

Leggi anche: 3 mosse per vivere il lavoro senza stress

2) Costa troppo

Qualunque sia l’hobby prescelto, nella prima fase conta solo capire se ci si diverte. Non è, quindi, necessario acquistare un’attrezzatura all’ultimo grido e dilapidare i propri risparmi: inizia con una molto basilare, usata o in prestito, e passa al professionale solo quando (e se) capirai che è l’attività giusta per te.

Io, ad esempio, ho iniziato con un kit di pittura da pochi euro.

3) Non sono capace

“Non sono capace” è una frase subdola che nasconde, il più delle volte, la paura di mettersi in gioco, di rimanere delusi o, semplicemente, pigrizia.

Per sconfiggerla, chiediti “come posso sapere di non essere capace se non ho mai provato?” e considera che non c’è niente di male nello scoprire di non essere bravo o di non apprezzare particolarmente un hobby, anzi: avrai vissuto un’esperienza nuova e, cosa più importante, avrai imparato qualcosa di nuovo su te stesso.

4) (BONUS) E’ egoistico prendere del tempo solo per me 

La quarta scusa è in realtà un subdolo, e disfunzionale, sentimento che celiamo a noi stessi: il senso di colpa che nasce all’idea di prendere del tempo solo per sé stessi.

Penso, ad esempio, al senso di colpa che ho – ahimè – constatato in molte mamme che sono venute da me a consulto, le quali si giudicavano colpevoli al solo pensiero di lasciare dalla suocera, o un po’ soli, i propri figli (anche adolescenti) per dedicarsi ad un hobby che richiedesse anche solamente 30 minuti a settimana.

Tuttavia,  dedicare del tempo a noi stessi facendo qualcosa che ci diverte non è sbagliato, anzi, è fondamentale. Non togliamo tempo a chi vogliamo bene, ma ci diamo la possibilità di ricaricarci ed essere più sereni. Ed è solo con un buon livello di serenità che potremo occuparci al 100% degli altri. Inoltre, questa serenità sarà percepita, specialmente dai figli, e sarà il miglior regalo che possiamo fare a chi ci vuole bene.

Leggi anche: 3 mosse per essere un genitore migliore

Quindi niente più scuse, ne va del tuo benessere! Scegli il tuo hobby e inizia oggi stesso.

Fammi sapere com’è andata nei commenti oppure contattami se hai bisogno di supporto.

Ben Messina

Dopo una Laurea e un Master in comunicazione si iscrive al CNCP e diventa Counselor Professionista. Si specializza nella comunicazione intergenerazionale e crea corsi online che hanno aiutato decine di mamme. Ama particolarmente la buona tavola e fare lunghe passeggiate per meditare (e smaltire le varie pietanze).
Ben Messina

Scarica gratis la nostra guida dedicata alle mamme

Potrebbe interessarti anche

figli adolescenti
come farsi ubbidire dai figli adolescenti
relazione disfunzionale
chiudere una storia
tredici suicidio bullismo mamma hannah baker
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi